Figli maleducati? Regole chiare e disciplina

I nostri bambini sono mediamente i più maleducati e i più sovrappeso d’Europa, hanno un preoccupante tasso di bullismo e di comportamenti a rischio (alcool, fumo, droghe) che li stanno collocando tra i ragazzi peggiori d’Europa.

La causa è il non controllo dell’impulsività, dovuta da una mancanza totale di regole nell’educazione familiare e scolastica.

I risultati sono sotto gli occhi di tutti.

E' inutile fare campagne anti obesità se il cibo viene usato come surrogato per carenze affettive da parte dei genitori.

E' inutile indignarsi della cattiveria che gli adolescenti mostrano tra di loro se il rispetto degli altri, dei sentimenti, della vita, non è assimilato fin dai primi anni.

E’ indispensabile ricominciare a dare delle regole ai bambini e agli adolescenti, iniziando dai comportamenti fondamentali: come si sta a tavola, quantità del cibo, agli orari, rispetto degli altri e degli adulti, uso appropriato del telefono, rispetto delle regole elementari di convivenza civile alla moderazione degli impulsi e dell’aggressività, facendo rispettare i principi su cui si basano le relazioni di qualità.

Si è perso il vero senso della parola disciplina (che deriva dal latino “discere”, imparare) e se ne percepisce, sbagliando, solo il senso punitivo.

 

Una buona disciplina è quella che non reprime ma canalizza le energie e la vitalità con regole sane; con giochi sani e sport per esprimere emozioni e sentimenti nel modo più naturale e istruttivo.

Incoraggiando nei bambini la spontaneità, non l’impulsività.

Incoraggiando l’assertività, non la distruttività.

Insegnando che il sacrificio e la fatica sono ingredienti fondamentali nella vita.

Insegnando ad argomentare senza gridare e senza insultare.

Dando il buon esempio con i nostri comportamenti, a casa, a scuola e nella vita.

Perché i piccoli imparano guardandoci, e imitandoci.

Se non corriamo ai ripari, queste nuove generazioni rischiano grosso.

 

Molte famiglie oggi educano i figli con amore, con regole chiare da rispettare e con affettuosa fermezza e attenzione, dimostrando che una sana disciplina è il modo migliore di amare, aiutando bambini e ragazzi a crescere sereni, solidi, affettuosi e a essere più a lungo felici.

 

Tratto e rielaborato liberamente da fonti internet.

di Psicologa Martina Da Ponte

Scrivi commento

Commenti: 0